September 20 2020 | Last Update on 09/04/2020 08:54:46
Sitemap | Support succoacido.net | Feed Rss |
Sei stato registrato come ospite. ( Accedi | registrati )
Ci sono 0 altri utenti online (-1 registrati, 1 ospite). 
SuccoAcido.net
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Latest | Musicians | Music Labels | Focus | Music Festivals | CD Reviews | Live Reports | Charts | Biblio | News | Links
Music - Musicians - Interview | by SuccoAcido in Music - Musicians on 05/11/2005 - Comments (0)
 
 
 
Motorama

Dopo una lunga gavetta sui palchi di tutta Italia, svariati demo, un 7" e un video, le Motorama sono finalmente approdate al disco d’esordio, "No bass fidelity", di cui abbiamo già parlato un paio di Succhi fa, un cd di grondante punk’n’roll e miasmi garage coprodotto da Vidaloca e Bar La Muerte, grazie al quale hanno macinato km anche all’estero, dall’Olanda alla Germania fino a Londra. Fa piacere che ogni tanto a raccogliere qualcosa sia un duo (ma il disco è stato registrato quando erano ancora in tre) che se lo è guadagnato duramente, perciò non potevamo farci sfuggire l’occasione di intervistarle. Eh si, perché è una band al femminile, ma vi prego non pensate alle Bikini Kill o alle Runaways… Non dimenticate di fare visita a www.motorama.org, un bel sito in flash con mp3, locandine e altro...

 
 

SA: Le Motorama nascono nel '96, avete avuto altre esperienze rilevanti in altri gruppi prima?C'è qualche motivo per cui il vostro primo album arriva solo adesso?

Daniela: In effetti l’idea di far uscire un album c’era da tempo, ma il lavoro fatto con "See you at Bouledogue" era stato molto impegnativo. Per la prima volta avevamo registrato e mixato da sole e, finito il disco, l’unica cosa che volevamo fare era tornare a suonare dal vivo e prendere le distanze da qualsiasi studio di registrazione almeno per un pò. Così, fino all’incontro con Bugo, ci siamo dedicate completamente ai live. Prima delle Motorama ho suonato in diversi gruppi, più o meno tutti di matrice garage-punk, ma quelli che hanno avuto un peso maggiore sono stati due: una band femminile che avevo formato con Laura ed altre due amiche sotto il nome di Buckshee e poi quello che è stato il mio primo gruppo in assoluto, gli Harlaks. C’erano nientedimeno che "il Casella" de Il Giaguaro alla voce e Alessandro dei Cosmonauti alla batteria! Non si sa bene io cosa ci facessi visto che avevo appena preso in mano la chitarra, mentre loro suonavano tutti da tempo! Fatto sta che c’ero e, inevitabilmente facevo i salti mortali per riuscire a mettere un accordo dietro l’altro cercando di non perdere il ritmo. Ad ogni concerto salivo sul palco, facevo i 4-5 pezzi che da brava scolaretta avevo imparato e poi me ne andavo. Era abbastanza buffo, ma la voglia di suonare era così tanta che non me ne importava niente.

Laura: La mia prima esperienza musicale è stata con Daniela alla chitarra e io alla batteria, poi si sono aggiunti basso e voce. In un anno e mezzo abbiamo fatto una ventina di concerti, molti per una band alle prime armi. In questo periodo abbiamo conosciuto molte persone con le quali condividiamo tutt'ora esperienze musicali. Con le Motorama abbiamo fatto diverse registrazioni, sfociate poi in demo o partecipazioni a compilation, il primo singolo arriva solo nel 2000 quando siamo rimaste in tre. È stato il 2002 a darci la spinta per il grande passo: dopo molti concerti abbiamo sentito la necessità di imprimere su nastro i brani che nel corso della nostra attività live ci hanno dato di più, poi abbiamo conosciuto Bugo che ci ha aiutato in tutto questo. E adesso che è uscito "No Bass Fidelity", il nostro primo album, siamo rimaste in due, proprio come abbiamo iniziato…

SA: La collusione con Bugo e Roberto dei Runi mi sembra abbia portato ottimi risultati, avete altre collaborazioni in mente, side projects ecc.?

Daniela: Credo che le collaborazioni con Bugo e, spero anche con i R.U.N.I., avranno un seguito. Mi piace il loro modo di lavorare, mi piacciono le loro idee. Sono tra le realtà più interessanti in Italia. Avrei in mente anche altri nomi con cui condividere dei progetti, ma in realtà mi piace che le collaborazioni nascano dagli incontri con le persone, più che da un desiderio strettamente musicale. Per quanto riguarda i side-projects, io e Laura suoniamo nei Parboiled di cui fa parte anche Filippo dei Cactus. Siamo due chitarre, due voci, batteria e una bontempi. Il risultato è un punk-wave all’ammarracana.

Laura: Registrare e mixare con Bugo è stato molto stimolante: ricerca di soluzioni diverse per ogni brano, suoni esasperati per mettere in evidenza uno o l'altro strumento, come la chitarra di "Nag", il rullante a volte distorto di "Spastic Song" o la voce riverberata di "Your Boots", pan da destra a sinistra per movimentare ulteriormente il tutto. La tastiera di Roberto su "77" è grandiosa. C'è una grande stima reciproca tra noi Bugo e i R.U.N.I., però quando vivi in città diverse e anche molto distanti, tutto diventa più difficile. C'è in ballo un progetto con Bugo, ma questa sarà una sorpresa.

SA: Cosa significa per voi fare rock'n'roll nel 2003? Che ne pensate delle bands americane ultimamente molto pompate?(Strokes, White stripes, Lo-Hi etc.) io trovo siano un po' sopravvalutate.

Daniela: Quando suoni rock’n’roll non ha importanza se è il 2003 o gli anni sessanta, quello che conta è come lo fai. Se ci metti l’anima ed hai l’attitudine giusta va bene sempre. Penso che Strokes e White Stripes facciano belle canzoni. Quello che trovo irritante, sono le mode che nascono da queste realtà e soprattutto le grandi operazioni commerciali che ci sono dietro e da cui è quasi impossibile non rimanere condizionati, in positivo o in negativo.

Laura: Il r’n’r’ non ha età, è sempre attuale, però ha già detto molto. Suonare r’n’r nel 2003 senza risultare ovvi e banali non è facile, ma se riesci a trovare la formula magica… come hanno fatto White Stripes (scarni, minimali e anche se la sua voce non mi fa impazzire, Jack è proprio un gran chitarrista!) e Strokes (minimali, profondi, ritmiche coinvolgenti e incisive… il loro insieme a quello degli "Ikara colt" è stato il disco che ho ascoltato di più nel 2002), purtroppo non conosco i Lo-Hi.

SA: Il nome del gruppo è preso da un b-movie, di cosa parla e perchè vi ha ispirato?Quando ascolto le Motorama mi piace pensare ad un immaginario fatto di b-movies, surf, back from the grave, post-punk primi '80, Russ Meyer e, perchè no, qualcosa della Troma. Sbaglio? Sapete inoltre che c'è un programma di raidue chiamato "motorama"?Gli farete causa?;)

Daniela: Motorama è un film strano che suscita sentimenti contrastanti, o lo ami o lo odi. Io lo amo perché è un film cinico, cattivo, surreale. Surffff-b-movies-troma-backfromthegrave-postpunk80’s-meyer in effetti ci appartengono un po’ tutti. A proposito di Russ Meyer: lo sai che prima di "Motorama" ci chiamavamo "Supervixen"?

Laura: All'inizio il nome Motorama non mi piaceva, ma in mancanza di alternative valide… adesso ormai mi ci sono affezionata. Il film racconta l'avventura di Gus, un bambino che per vincere la lotteria comprando figurine ai distributori di benzina deve comporre la parola Motorama. Dopo mille peripezie al volante della Mustang del padre guidata con i trampoli perché non arriva ai pedali, scopre che… il concorso è scaduto! Il film è surreale, tragicomico, ambientato in uno scenario pieno di contrasti, ed ha dei colori decisi e allegri. Se dovessi associare le Motorama a dei colori, probabilmente sceglierei quelli del film. Effettivamente il nome richiama ai motori e spesso ci hanno proposto concerti ai motoraduni, orrore!!!

SA: Suonate spesso dal vivo, e ciò mi sembra abbia reso il vostro sound più graffiante, il cd è registrato in presa diretta?

Laura: Sì, per fortuna suoniamo molto dal vivo, questo è stato un altro motivo che ha frenato le uscite discografiche. Siamo una live band, nelle registrazioni è stato sempre difficile riprodurre il suono ruvido e graffiante che abbiamo in concerto. Proprio per questo l'album è stato registrato in presa diretta, con qualche sovraincisione, ovviamente.

Daniela: Per alcuni pezzi del disco, come ad esempio Drive Mary home babe, Call Me Not e Your Boots, è valso il principio "buona la prima" e li abbiamo presi così come li avevamo registrati, senza sovraincisioni. Su altri abbiamo lavorato di più. La tastiera di Roberto, ad esempio, è stata aggiunta successivamente sulla registrazione live di 77, che abbiamo poi deciso di mixare noi stesse, aggiungendo voci, chitarre ed altro. Lo stesso è successo con Motorama.

SA: Ho letto che uscirà anche una versione in vinile di "No bass fidelity", siete dunque delle indomite feticiste?

Daniela: E’ appena uscita! Ormai per noi il vinile è d’obbligo. Siamo cresciute ascoltando il vinile e solo adesso che è uscito il 33 ho la sensazione di aver fatto un disco vero! Non puoi immaginare quanto sia stato emozionante l’altra sera, prendere in mano la mia copia! Accidenti! Non credevo mi facesse un tale effetto!!

Laura: Il fascino e il calore del vinile sono indiscutibili, poi se ti capita di vedere come diventa disco… peccato che in Italia siano rimasti in pochi a stampare dischi, oltretutto ti propongono prezzi inaccessibili, oppure un numero minimo di copie che non ti puoi permettere costringendoti così a rivolgerti all'estero, con tutte le difficoltà che comporta.

SA: Facciamo il gioco delle associazioni: se vi dico Cramps, New Bomb Turks, Pussy Galore cosa vi viene in mente?

Daniela: Zombie col riverbero yeah-yeah, calzamaglie leopardate, mostri verdi e bavosi, aaaarrgghhhhhh!!, tacchi a spillo che conficcati in un tremolo (quello che mi hanno fatto fuori a Londra!), sbreem-em-em-em pozze di sangue, puzza di fumo, hi-hi-hi un ghigno sarcastico, io che cammino per strada con la mia testa in mano-beheaded-stonk-decapitata!!!

Laura: Jon Spencer Blues Explosion.

SA: Gruppi con cui vorreste suonare dal vivo?(italiani e non).

Daniela: Chromecranks, Man or Astroman?, Coyote Man, Half Japanese, Jasminshock, Gang of Four, Oblivians, Bob Log, Mudhoney, Psychosun, The Fall, Iggy Pop, Cut, Liars, Erase Errata, Le Tigre, Jonathan Richman, Black Eyes, The Make-up, Jon Spencer Blues Explosion.

Laura: Mi piacerebbe suonare con i "Cut", i "Red Worm's Farm", i "Jasminshock", con gli "Ikara colt", "The Rapture", "Yeah, Yeah, Yeahs", con gli "Strokes" ovviamente, purtroppo anche gli "Unwound" si sono sciolti, sogno una reunion dei "Devo" e dei "Pixies", ci sarebbero le "Breeders" però…

SA: Il vostro videoclip "king kobra" ha vinto un premio qualche tempo fa, vi va di raccontare com'è andata?Ne farete altri? Penso che se usato bene può essere un buon mezzo espressivo e dare risalto alla vostra musica.

Laura: A novembre del 2000 abbiamo presentato il video di "King Kobra" al Festival del Videoclip Indipendente nell'ambito del M.E.I. di Faenza ed ha vinto il premio [Duel] per la fotografia. Eravamo emozionatissime, al di fuori di qualche parola come "grazie" non siamo riuscite a dire niente. Per quanto riguarda il video, ambientato in un piccolo bagno asettico, i colori bianco, rosso e nero e i contrasti sottolineano e danno forza alla musica. Ah, è possibile vederlo sul nostro sito www.motorama.org oppure su www.radioattivi.com

Daniela: Io ne voglio fare un altro!

 


© 2001, 2014 SuccoAcido - All Rights Reserved
Reg. Court of Palermo (Italy) n°21, 19.10.2001
All images, photographs and illustrations are copyright of respective authors.
Copyright in Italy and abroad is held by the publisher Edizioni De Dieux or by freelance contributors. Edizioni De Dieux does not necessarily share the views expressed from respective contributors.

Bibliography, links, notes:

Pen: Italo Rizzo, la traduzione è opera di Daniela Petroni, la chitarrista/cantante!

Links:

www.motorama.org

http://www.myspace.com/motoramaitaly

 
 
  Register to post comments 
  Other articles in archive from SuccoAcido 
  Send it to a friend
  Printable version


To subscribe and receive 4 SuccoAcido issues
onpaper >>>

To distribute in your city SuccoAcido onpaper >>>

To submit articles in SuccoAcido magazine >>>

 
............................................................................................
............................................................................................
............................................................................................
FRIENDS

Your control panel.
 
Old Admin control not available
waiting new website
in the next days...
Please be patience.
It will be available as soon as possibile, thanks.
De Dieux /\ SuccoAcido

SuccoAcido #3 .:. Summer 2013
 
SA onpaper .:. back issues
 

Today's SuccoAcido Users.
 
Today's News.
 
Succoacido Manifesto.
 
SuccoAcido Home Pages.
 

Art >>>

Cinema >>>

Comics >>>

Music >>>

Theatre >>>

Writing >>>

Editorials >>>

Editorials.
 
EDIZIONI DE DIEUX
Today's Links.
 
FRIENDS
SuccoAcido Back Issues.
 
Projects.
 
SuccoAcido Newsletter.
 
SUCCOACIDO COMMUNITY
Contributors.
 
Contacts.
 
Latest SuccoAcido Users.
 
De Dieux/\SuccoAcido records.
 
Stats.
 
today's users
today's page view
view complete stats
BECOME A DISTRIBUTOR
SuccoAcido Social.